faceb   icona Youtube

cookie informativi

I cookie sono piccoli file produtti dal server del sito visitato che vengono scaricati e memorizzati nel disco rigido del computer dell'utente tramite il browser quando lo si visita. I cookie possono essere utilizzati per raccogliere e memorizzare i dati utente durante la navigazione per offrire servizi come il login al sito, una condivisione su social network ecc.. Possono essere essere di natura duratura e rimanere nel pc dell'utente anche dopo la chiusura della sessione dell'utente o svanire dopo la chiusura di essa. I cookie possono del sito che si visita (locali) o di terze parti.

Ci sono diversi tipi di cookie:

  • Cookie tecnici che facilitano la navigazione degli utenti e l'utilizzo delle varie opzioni o servizi offerti dal web, come identificare la sessione, consentire l'accesso a determinate aree, facilitano gli ordini, gli acquisti, la compilazione di moduli, la registrazione, sicurezza, facilitando funzionalità (come ad esempio la visione di video ecc...),
  • Cookie di profilazione che consentono agli amministratori di tracciare le attività degli utenti e di mandar loro pubblicità mirata,
  • cookie di terzi parti che consentono l'integrazione del sito con servizi come i Social Network (cookie sociali) per permetterne la condivisione, cookie flash per la visione di video ecc...

Quindi, quando si accede al nostro sito web, nel rispetto della Direttiva UE 2009/136/CE e del provvedimento 229 dell'8 maggio 2014 del garante della privacy, l'utente ci autorizza all'utilizzo dei Cookie. Tutto questo è per migliorare i nostri servizi. Usiamo Google Analytics per raccogliere informazioni statistiche anonime come il numero di visitatori del nostro sito. I cookie aggiunto da Google Analytics sono disciplinate dalle norme sulla privacy di Google Analytics. Se volete potete disabilitare i cookie di Google Analytics.

Tuttavia, si ricorda che è possibile abilitare, disabilitare, limitare l'utilizzo e cancellare automaticamente i cookies seguendo le istruzioni del tuo browser.

Ritorno

Cantare in coro. Breve storia del coro “AcCanto al Sasso”
6076 Vacchi Silvia cultura

Cantare in coro

Breve storia del l'ex "Coro dell'associazione Torelli" recentemente entrato a far parte del Gruppo di Studi “Progetto 10 righe”.

di Silvia Vacchi

Il nostro gruppo corale è nato nel 1997 nell'ambito della scuola di musica “Giuseppe Torelli” di Sasso Marconi: presso questa associazione io svolgevo l'attività di insegnante di canto e mi fu chiesto di avviare una sorta di corso complementare che arricchisse, mediante una attività di gruppo, le possibilità formative di canto o di strumento offerte dalla scuola ai propri allievi. Nacque cosi' il "Corso di canto corale": tutti i giovedì sera, nella sala polivalente di Sasso, un piccolo gruppo di persone si ritrovava per imparare a cantare in coro.

Il primo piccolo nucleo di partecipanti era, a dir la verità, costituito quasi soltanto da persone estranee alla scuola di musica e che, in molti casi, non avevano mai cantato. Nonostante il gruppo fosse veramente molto esiguo riuscimmo, anche grazie alla costanza di queste prime "eroiche" coriste, a svolgere una buona preparazione di base che ci permise di esibirci in pubblico per la prima volta in occasione dello spettacolo finale della scuola di musica. Questo "battesimo" sul palcoscenico ci rincuorò e l'entusiasmo delle coriste risultò contagioso: si aggiunsero nuovi componenti.

Il coro, nei primi anni di vita, è stato formato esclusivamente da voci femminili (molte delle quali presenti anche nell'attuale formazione) con le quali abbiamo costituito un piccolo repertorio di brani appositamente adattati per questo tipo di organico e che hanno permesso al gruppo di affrontare le difficoltà per gradi: dalle prime semplici melodie accompagnate da un controcanto passammo a brani scritti per tre e poi per quattro voci.

Le partiture che scelsi per questo primo periodo di attività erano, per lo più, di ispirazione popolare: musica scritta appositamente per coro (quasi mai abbiamo cantato trascrizioni da musica strumentale) che ritenevo potessero darci un’identità musicale più precisa rispetto ad altri repertori più lontani dalla nostra realtà. Si trattava, comunque, di musica che io, personalmente, amavo molto e che univa alla resa sonora e alla bellezza una certa qual facilità di apprendimento; non si tratta di un aspetto secondario perché quasi nessuno dei componenti del coro conosce la scrittura musicale.

Quando il livello di preparazione ce lo permise, cominciai ad insegnare alle ragazze un paio di brani presi a prestito dal repertorio del coro Stelutis, uno dei pochi cori in circolazione che presenta in concerto anche una sezione femminile autonoma con un proprio programma costruito ad hoc. Uno di questi, tuttora in repertorio, è "Sia lodà", ninna nanna popolare ritrovata a Gaggio Montano nell'ambito di una importante ricerca sul campo effettuata da Paolo Bernardini (allora direttore del coro di Gaggio Montano). Si tratta di una melodia molto dolce di argomento natalizio: l'impianto è quello della ninna nanna ma i personaggi sono la Madonna, San Giuseppe (Sen Iusef) e il bambin Gesù, descritti, in dialetto montanaro, con parole, ad un tempo, ingenue ed un tantino stereotipate. Ecco il testo di tutta la canzone, armonizzata per coro dal direttore del coro Stelutis Giorgio Vacchi, ed il frontespizio della partitura:

Madonina bela bela

Che d'in ciel la vins in tera

Partorè un bel bambin

Biench e ross e ricciolin

La Madona lal porteva

Sen Iusef e l'aiuteva

Tott i sent il presn amor

Sia lodà nostro Signor

I re magi i gnen da via

Adorer Gesù Messia

Tra la paia in mez a e fè

Il trovon che steva bè

La Madona lal cuneva

Sen Iusef e l'aiuteva

Tott i Sent il presn amor

Sia lodà nostro Signor.

E' stato grazie ad un costante lavoro di sensibilizzazione effettuato dalle coriste presso la gente di Sasso che il coro ha arricchito i propri ranghi tanto da riuscire, circa tre anni fa, ad aggiungere al gruppo una sezione maschile. In questo modo potevamo finalmente esibirci come coro misto ed affrontare un repertorio molto più vasto: la maggior parte delle partiture per coro, infatti, sono scritte per 4 voci (due settori femminili e due maschili). Senza abbandonare il lavoro fatto con il gruppo femminile, abbiamo cominciato ad imparare cose nuove: armonizzazioni di canti popolari, certo, ma più impegnativi e di grande soddisfazione, oltre ad aggiungere al programma alcuni brani di polifonia sacra che ritenevo formativi per i coristi. Tutto ciò ci ha dato modo di ampliare il nostro repertorio e, quindi, di esibirci in pubblico anche autonomamente, insomma… di "tenere il palco" per una serata intera. È stato in questo periodo che le occasioni di concerti si sono moltiplicate portandoci in giro a cantare anche in ambiti estranei alla scuola musicale dalla quale provenivamo: le rassegne corali (a Porretta Terme, Crevalcore, Parma, Bologna), soprattutto, sono state per noi occasione di festa, confronto con altri cori e altri stili e quindi (ma questo lo dico da direttore) di crescita musicale. Istruttiva e coinvolgente è stata anche la collaborazione con la Banda di Monzuno, diretta dal Maestro Alessandro Marchi, organizzatrice di una serie di concerti natalizi svoltisi, durante l'inverno scorso, nelle chiese di Sasso Marconi, Monzuno e Loiano.

Il nostro arrivo nel Gruppo di Studi “Progetto 10 righe”, caldeggiato da tutti i coristi, mi sembra un ottimo auspicio per il futuro della nostra attività, ma, soprattutto, per un sempre più solido legame del nostro coro con la realtà di Sasso Marconi. Coordinare il nostro piccolo progetto con l'operato di chi, come il “Gruppo 10 righe”,svolge tanto lavoro di ricerca e di iniziativa culturale, è un'ottima e fruttuosa idea.x1 2113foto 77 pag 136

Leggi

Assemblea2020 1


 

 

 

 

 

Assemblea-2020

Assemblea2020 1


 

 

 

 

 


Leggi

Camminata notturna 20 giugno

passeggiata 20 Giugno

 

 

PROTOCOLLO PASSEGIATE

Passeggiata 20 giugno 2020

Camminata notturna 20 giugno

passeggiata 20 Giugno

 

 

PROTOCOLLO PASSEGIATE


Offerta

offerta r


1 -notitle- sasso e dintorni

Galleria fotografica

icona rollup


R19

-notitle- alsas n.19

R19


R20

-notitle- R20 alsas 10righe.org

R20


cop 35 36

-notitle- Rivista n. 35

cop 35 36


x1 1498cop web

-notitle- R 37

x1 1498cop web


-notitle- Archivio rivista

Archivio riviste

archivio


COP 38

-notitle- R 38

COP 38